Pasta con la nduja ricetta calabrese

La pasta con la nduja è una tipica ricetta calabrese.

Sicuramente i fileja o maccheroni calabresi sono la pasta più utilizzata in Calabria con la nduja. Ma è possibile preparare una buona pasta con la nduja anche con altri formati.

E’ possibile preparare un buon sugo alla nduja con pomodoro o semplicemente condire la pasta con la nduja.

In entrambi i casi, la pasta va cucinata in abbondante acqua poco salata tenendo conto dei tempi di cottura propri.

Se vogliamo preparare un sugo rosso alla nduja, consiglio di preparare un buon soffritto con la cipolla da far rosolare e poi aggiungere i pomodori a pezzi o salsa. A metà cottura aggiungere qualche cucchiaio di nduja calabrese.

ATTENZIONE: La nduja è piccantissima, in base ai gusti di ognuno, è possibile aggiungere la quantità di nduja.

Finire la cottura del sugo e poi condire la pasta con il sugo alla nduja.

Se invece vogliamo preparare una pasta alla nduja in maniera più semplice e veloce, dopo aver cotto e scolato la pasta, mettere un una padella insieme a qualche cucchiaio di nduja calabrese.

La pasta diventerà rossa per il peperoncino!

Sugo al Pesce Spada

Il pesce spada (Xiphias gladius) è un pesce osseo marino, presente nelle zone temperate e quindi anche nel mar Mediterraneo.

Il pesce spada ha un corpo di forma cilindrica che si restringe nella parte posteriore. La sua caratteristica più evidente, dalla quale prende anche il nome, è la grande mascella superiore che si sviluppa a forma della tipica “spada”, piatta e tagliente, di lunghezza 1/3 del corpo.

Il pesce spada ha degli occhi grandi, il corpo è di colore da grigio piombo a brunastro sul dorso, argenteo con riflessi metallici sui fianchi e tendente al bianco sul ventre.

Il Pesce Spada è molto apprezzato per il suo sapore ma anche per le ottime proprietà nutrizionali e il modesto contenuto di grassi.

Purtroppo spesso viene sostituito con specie di minor pregio come lo Squalo Smeriglio o la Verdesca.

IMPORTANTE: Il Pesce Spada lo si riconosce per la sua carne bianca tendente al rosato con muscolatura a fibre concentriche, proprio come quelle di una cipolla, e il caratteristico muscolo rosso a “V” o con la forma di una piccola ancora.

Quindi, attenzione a non farci rifilare un prodotto per l’altro!!!

Detto questo, ti lasciamo qui un’ottima ricetta calabrese per preparare il sugo di pesce spada.

Inizia con lavare i pomodorini, tagliali in 4 parti. Prendi ora il trancio di pesce spada, elimina la pelle utilizzando un coltello dalla lama affilata e dividi il trancio a metà se dovesse risultare troppo spesso. A questo punto taglialo prima a striscioline e poi a cubetti di circa 1 cm ciascuno.

Versa dell’olio d’oliva in una padella, aggiungi la cipolla e lasciala imbiondire per un paio di minuti, poi aggiungi i pomodori.

Fai soffriggere i pomodori per un paio di minuti, aggiungi sale e capperi.

Dopo qualche minuto puoi aggiungere i cubetti di pesce spada, mescola il tutto e cuoci per 5 minuti sfumando con aceto di vino.

Se invece preferisci acquistare un sugo al pesce spada già pronto, clicca qui!

cannolo-calabrese

Cannoli Siciliani? No! Calabresi :)

I cannoli siciliani sono una delle specialità più conosciute della pasticceria italiana. Ma sicuramente anche dall’altra sponda dello Stretto cerchiamo di imitare il cannolo siciliano.

I tradizionali cannoli alla ricotta, in effetti, sono molto venduti e conosciuti anche in Calabria, soprattutto nel reggino. Ma la particolarità del prodotto che ti offriamo su ManGiaSti.it è il Cannolo Calabrese, il tradizionale involucro di pasta fritta e croccante viene farcito con un ripieno di crema di ricotta della Piana, annona di Calabria e scorzette di bergamotto di Reggio Calabria: un tripudio di colori e sapori calabresi.

Le selezionate materie prime utilizzate per la produzione dei nostri Cannoli Calabresi, rendono il prodotto un dolce stuzzicante ed appagante, adatto ai palati più esigenti.

Ma qual è il metodo che ti proponiamo per assaporare al meglio i Cannoli Calabresi?

Intanto acquistarli 🙂 Se vuoi ricevere i veri cannoli con spedizione a casa tua, CLICCA QUI

Una volta ricevuta la tua spedizione (nella scheda del prodotto troverai la data prevista di spedizione, consegna 48h) apri la confezione e troverai da una parte le cialde, dall’altra parte la ricotta e le decorazioni.

Perchè spediamo i cannoli alla ricotta in questo modo?

Semplice! La cialda assorbe facilmente l’umidità della ricotta e quindi perde la sua tipica croccantezza.

Per evitare questo spiacevole inconveniente, abbiamo preferito dividere gli ingredienti e lasciare a te il piacere di preparare degli ottimi cannoli alla ricotta a casa tua.

Preparare il cannolo calabrese è semplicissimo:

Per prima cosa, taglia la punta della sac a poche contenente la ricotta fresca, riempi le cialde, guarnisci il tutto con scorzette di bergamotto, scaglie di cioccolato o granella di nocciola, una spolverata di zucchero a velo e
e i tuoi cannoli calabresi sono pronti per essere degustati, come se fossi in pasticceria!

Ci teniamo davvero tanto a consegnare un prodotto fresco e di alta qualità, credo che ti divertirai a preparare i cannoli alla ricotta a casa tua, un simpatico giochino per avvicinare grandi e piccini alla tradizionale pasticceria calabrese.

Vuoi acquistare i veri cannoli siciliani online? No! Meglio i nostri cannoli calabresi 🙂

CLICCA QUI E ACQUISTA IN TUTTA SICUREZZA

pomodori-secchi

Pomodori secchi alla calabrese

Pomodori secchi sott’olio alla calabrese (I pumadoru sicchi)

Dal sapore indimenticabile per chiunque li abbia mai assaggiati, i pumadoru sicchi alla calabrese hanno il tipico sapore mediterraneo. La ricetta dei pomodori secchi conserva, anzi esalta, le virtù del pomodoro.

La ricetta calabrese si può preparare anche adesso, utilizzando pomodori ben maturi ma sodi; in genere raccolti tra luglio e agosto. I pomodori vanno lavati e asciugati e poi tagliati a metà lasciando le due parti attaccate tra loro per circa due centimetri.

Vanno poi sistemati con la parte interna verso l’alto su tavole di legno, cosparsi di sale e posizionati a seccare al sole, rigirandoli spesso. E’ consigliabile, ogni sera, lasciarli al chiuso e ogni tre o quattro giorni di salarli nuovamente. Dopo qualche settimana i pomodori avranno perso tutta l’umidità e saranno pronti per l’uso.

E’ possibile anche acquistare i pomodori secchi già pronti.

I pomodori secchi alla calabrese sono ottimi con del buon pane casereccio, ottimi sia come aperitivo che da antipasto o contorno, preferibilmente accompagnati da buon vino rosso.

INGREDIENTI
pomodori secchi
olio extravergine d’oliva
aglio
origano
basilico
peperoncino fresco

Iniziate la ricetta, prendendo un barattolo in vetro da conserve, ben pulito e asciutto e abbastanza largo da infilarci una mano. Versate dell’olio, mettete uno strato di pomodori, premete bene con il pugno di una mano, un altro strato di pomodori, un filo d’olio e così via fino all’ultimo strato, sempre premendo sui pomodori in modo da far uscire tutta l’aria.

Coprite i pomodori con l’olio, aggiungete, l’aglio e il peperoncino, coprite con un pressino, chiudete bene il barattolo e conservatelo al buio in luogo fresco almeno un mese, controllando di tanto in tanto e aggiungendo dell’altro olio se è necessario.

Vuoi acquistare i veri pomodori secchi alla calabrese? CLICCA QUI!!!

CalabriaBox Paccheri Piccanti con Guanciale

CalabriaBox Paccheri Piccanti con Guanciale

Vuoi preparare una ricetta tradizionale calabrese in modo facile e veloce? Bene, affidati a CalabriaBox e cucina come uno chef a casa tua con ingredienti calabresi già dosati!

Con la CalabriaBox Paccheri Piccanti con Guanciale potrai cucinare una ricetta sfiziosa da condividere con chi vuoi tu.

INGREDIENTI

80gr paccheri bio senatore cappelli
30gr guanciale
2 cucchiai di crema di peperoncino
10ml olio extravergine di oliva calabrese
20 gr ricotta salata
sale qb
pepe qb

CalabriaBox – Cucina come uno Chef: Ingredienti calabresi dosati

CalabriaBox FoodBoxCalabriaBox – Cucina come uno Chef: Ingredienti calabresi dosati

Vuoi preparare facilmente delle gustose ricette con prodotti calabresi?
Grazie alle nostre CalabriaBoxconfezioni con ingredienti calabresi selezionati, potrai vivere l’esperienza di cucinare come un grande Chef!
Acquistando le nostre CalabriaBox riceverai a casa tua tutti gli ingredienti per preparare una ricetta ideata per noi dallo chef Giuseppe Salvatore Paladino
Oltre agli ingredienti necessari per la preparazione, all’interno della CalabriaBox troverai anche la ricetta calabrese ideata con i nostri prodotti.
Avrai quindi un procedimento spiegato nei minimi dettagli su come realizzare un piatto tradizionale.
Garantiamo una giusta combinazione di ingredienti di qualità per offrire un’esperienza di cucina unica.
Puoi condividere la CalabriaBox con la persona che ami o semplicemente con gli amici.
Non ci sono limiti alla fantasia di chi ama cucinare e con CalabriaBox il risultato è garantito!
Visita subito il nostro sito e acquista una delle box pronte per te: www.calabriabox.it
Vuoi capire meglio come funziona CalabriaBox? Guarda subito il video qui sotto:

Paccheri-con-pomodori-secchi

Paccheri Con Pomodori Secchi E Nduja Calabrese

Paccheri Con Pomodori Secchi e Nduja Calabrese

La nduja calabrese è uno dei prodotti tipici più amati, sempre presente sulla tavola di Calabria!

Diverse sono le modalità in cui questa specialità piccante può essere assaporata, generalmente la spalma sul pane  tostato, ma è anche molto usata come condimento di primi piatti. Proprio per questo ora vi segnaliamo una ricetta gustosa e facile da preparare: Paccheri con pomodori secchi e nduja calabrese.

Una combinazione due prodotti  e due sapori tipici della cucina calabrese, ideale da gustare insieme ad un buon vino rosso corposo.

L’ingrediente principale di questa nostra ricetta è la pasta, in particolare i paccheri bio senatore cappelli ottimi con condimenti dal sapore forte come la nduja appunto, ma puoi anche decidere di utilizzare un altro formato di pasta, in base alle tue preferenze.

INGREDIENTI

500 grammi pasta paccheri bio senatore cappelli (Clicca qui: https://goo.gl/bRwPnf)
200 grammi pomodorini freschi
1 vasetto pomodori secchi alla calabrese (Clicca qui: https://goo.gl/bRwPnf)
1/2 cucchiaini Nduja (Clicca qui: https://goo.gl/dT368C)
1 foglia basilico
100 grammi ricotta affumicata

Procedimento

Versa in una padella i pomodorini insieme ai pomodori secchi, all’olio, al sale e al basilico. Fai cuocere il tutto a fuoco basso per circa 30 minuti, magari coprendo la pentola con un coperchio e mescolando ogni tanto.

Contemporaneamente puoi preparare la pasta, la cuoci in acqua bollente e la scoli un pò al dente.

Una volta che la pasta è pronta puoi versarla in una padella e aggiungere il composto ottenuto dalla nduja, i pomodori, i pomodori secchi.

Se preferisci una pasta leggermente piccante, basterà utilizzare un cucchiaino di nduja. Se invece preferisci un gusto più forte aggiungine anche due.

Qualche minuto a fuoco medio per far amalgamare il tutto e impiatta. Per un gusto ancora più calabrese puoi aggiungere delle scaglie di ricotta affumicata.

Crema di Peperoncino Piccante Calabrese

Crema di Peperoncino Piccante Calabrese

La Crema di Peperoncino Piccante è una delle specialità tipiche calabresi, anche se è molto diffusa anche in Sicilia.

Si tratta, appunto, di una crema piccante realizzata generalmente con peperoncini calabresi rossi, olio e aglio, ideale da utilizzare come condimento sulla pasta o sul pane calabrese, con le frese o con i crostini, ideale anche come accompagnamento per formaggi dolci.

La crema di peperoncini è un modo perfetto per conservare il peperoncino piccante, una delle conserve calabresi da preparare assolutamente e che ci permette di usare i nostri peperoncini tutto l’anno.

Le varietà di peperoncino calabrese sono davvero tante, peperoncini di diverse forme, colore e grado di piccantezza, fra tutti, io consiglio il tradizionale diavolicchio, un peperoncino di Calabria piccante quanto basta (30.000 unità sulla scala Scoville).

Come usare la crema di peperoncino piccante

La crema di peperoncino piccante calabrese è una ricetta adatta a molteplici usi: è ottima per accompagnare antipasti di terra, da spalmare sul pane o sui crostini rustici, si presta perfettamente per condire un primo piatto audace e classico allo stesso tempo.

Potrai usare i peperoncini appena raccolti, magari coltivati in vaso sul tuo balcone: potrai consumare un cibo eccezionalmente fresco, genuino, dalla provenienza sicura.

Crema di Peperoncino Piccante Calabrese Ricetta

Per preparare la crema di peperoncini occorrono:

  • peperoncini freschi piccanti (almeno 250/300 grammi)
  • uno spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale grosso (da cospargere: circa 120 grammi)
  • un frullatore a immersione

Una volta raccolti o acquistati i peperoncini freschi, lavali, asciugali e puliscili bene eliminando il picciolo.

Puoi scegliere se mantenerli o eliminarli, a seconda del grado di piccantezza che ti piace.

Alcune versioni della ricetta crema di peperoncino propongono di cospargere di sale i peperoncini e lasciarli a riposo anche per un giorno e una notte interi, per eliminare l’acqua in eccesso. Altre consigliano di utilizzare i peperoncini senza disidratarli, utilizzando semplicemente un colino per eliminare l’acqua.

Una volta fatto ciò devi frullare i peperoncini piccanti insieme con lo spicchio d’aglio, senza anima.

Aggiungi a filo, mentre frulli, dell’ottimo olio extra vergine d’oliva calabrese. Continua fino a ottenere una crema omogenea.

A questo punto versa la crema piccante in una vasetto di vetro sterilizzato e chiudilo, verificando che sia sottovuoto. Il vasetto va conservato in un luogo fresco e asciutto: la crema di peperoncini fatta in casa andrà consumata entro un mese dalla sua preparazione.

Un’interessante variante della ricetta, propone l’uso di peperoncini piccanti secchi per la produzione della crema o ancora la preparazione della crema di peperoncino e peperoni.

Se preferisci, acquista la Crema di Peperoncino Calabrese ORIGINALE, cliccando qui: https://www.mangiasti.it/conserve-calabresi/44-crema-di-peperoncino-calabrese.html

ricetta-melanzane-calabresi

Pasta con le Melanzane Sottolio – Ricetta Calabrese

Pasta con melanzane calabresi sott’olio

Un’ottima ricetta che si prepara in pochi minuti, con quello che abbiamo in casa. I rigatoni, la provola e le melanzane si possono servire come primo piatto caldo oppure freddo, come insalata di pasta e si accompagnano benissimo con un buon prosecco.

Per un risultato ottimale, come primo piatto caldo,  vi consiglio di passare in forno qualche minuto prima di servire. Per la versione fredda, invece, in fondo trovate le indicazioni.

Ingredienti

Tempo di cottura 20 Minuti

METODO DI PREPARAZIONE
Tagliate la provola a daini. Tagliate le melanzane a striscioline, recuperando 2 o 3 cucchiai dell’olio del barattolo in una padella.

Unite lo scalogno intero nella padella, altri 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva e un pezzetto di peperoncino e mettetela sul fuoco solo quando state per scolare la pasta.

Cuocete la pasta al dente (un minuto prima di fine cottura), scolate direttamente nella padella e mescolate velocemente.

Versate subito in una pirofila da forno. Unite le melanzane e la provola, mescolate bene, aggiungete una buona manciata di origano e infornate per 10 minuti.

Sfornate e servite i rigatoni provola e melanzane, decorando con foglie di basilico fresche.

Per la versione fredda: Scaldate l’olio con lo scalogno nella padella fin quando lo scalogno inizia a dorare poi spegnete e condite la pasta (scolata e raffreddata sotto il getto dell’acqua fredda) con questo condimento, unendo poi le melanzane e la provola.

fichi-alici

Bruschette Fichi e Alici

Bruschette Fichi e Alici

Oggi voglio presentarvi una ricetta facile e veloce per stuzzicare l’appetito. Ottimo come antipasto o aperitivo.

INGREDIENTI

10 fichi ben maturi
8-10 alici salate al naturale
12 fettine di pane casereccio
olio extravergine d’oliva
pepe

PREPARAZIONE DELLA RICETTA

Taglia i filetti di alici a pezzetti. Ora puoi sbucciare i fichi e schiacciarli grossolanamente con la forchetta. A questo punto amalga i fichi con i filetti di acciuga e una maciata di pepe.

Abbrustolisci sulla griglia le fettine di pane, cospargile con un filo d’olio extravergine di oliva e distribuisci sopra il miscuglio di fichi e acciughe. Tutto qui. Ci sta molto bene anche qualche scaglietta di cipolla rossa di Tropea.

Vuoi acquistare delle alici salate al naturale per preparare questa ricetta? Clicca qui e acquista un prodotto realizzato con pesce pescato nel Mar Mediterraneo!